Israele e Palestina

Manifestazioni a Ramallah contro Abu Mazen

In seguito agli incidenti avvenuti nella giornata di ieri fra dimostranti e reparti anti-sommossa della polizia palestinese, centinaia di manifestanti sono tornati oggi nella centrale piazza Manara di Ramallah.

Qui hanno espresso il loro scontento scandendo slogan contro il presidente Abu Mazen ed in particolare contro la cooperazione di sicurezza fra l’Associazione nazionale palestinese e i servizi di sicurezza israeliani.
Sembra che all’origine di queste tensioni vi sia la morte di un militante locale, Bassel al-Araj: prima arrestato dall’Associazione nazionale palestinese e poi, dopo la sua scarcerazione, ucciso il mese scorso nel suo nascondiglio in seguito ad uno scontro a fuoco con una unità israeliana.

Oltre a queste manifestazioni di tipo popolare, proteste contro l’Autorità nazionale palestinese sono state espresse, in una conferenza stampa, anche dall’Associazione dei giornalisti palestinesi che accusa la polizia dell’Associazione nazionale palestinese di aver percosso, durante gli scontri della giornata di ieri, diversi giornalisti ed operatori televisivi.

Oltre a queste tensioni “nell’entroterra”, la tensione politica sta aumentando sempre più a Gaza da dove un esponente di spicco di Hamas, Fathi Hammad, ha avvertito Israele che “un’esplosione è ormai prossima” e rischia di verificarsi se non sarà rimosso il blocco alla Striscia.

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

USA: “Gerusalemme capitale di Israele”
Rischio di guerra aperta fra Israele ed Iran
Menu